Questo Natale regala handmade
L’artigianato fa parte della nostra tradizione, sostenendo chi come me, crea con le proprie man,i premi il talento, la passione e la cura;

è come se dicessi “Brava, mi piace quello che crei ” e l’artigiano ha bisogno di sentirsi dire questo!

foto1e2
Comprando handmade sostieni la realizzazione di un sogno e gratifichi chi non crea per diventare ricco, la vera ricchezza è poter continuare a creare.
Comprare un oggetto fatto a mano da l’opportunità di conoscere la persona che lo ha creato ed è una cosa molto importante e unica,
io grazie alle mie creazioni ho avuto la possibilità di conoscere ragazze dolcissime che sento ancora oggi anche solo per scambiare quattro chiacchere.
Dietro ogni  borsa c’è il mio amore per quello che faccio, la passione e la cura per il dettaglio.
Quando regali a qualcuno un oggetto fatto a mano, stai dicendo in modo implicito a quella persona che si merita qualcosa di unico e speciale;
non le stai donando un qualsiasi pezzo ma tutto l’amore, l’attenzione, la maestria che quell’oggetto ha inspirato.
foto 3e4
Quanti doppioni hai ricevuto lo scorso Natale?
Un oggetto realizzato  a mano ha ampi margini di personalizzazione, se ne può progettare insieme la creazione scegliendo i dettagli che rendono unico l’acquisto.
foto 5e6
Quando acquisti da me ricorda che non è frutto di una catena di montaggio, ma con ogni probabilità la tua borsa è stata confezionata in sala da pranzo,o sul tavolo della cucina.. interrompendomi per bere un caffè e accarezzare Blu…le mie creazioni non nascono da ricerche di mercato ma da uno spirito libero e creativo che in un mondo omologato e seriale possono fare la differenza.

FRANGE, IL TREND IN MOVIMENTO
TRASFORMISTE e IRRIVERENTI, le frange sono tornate di moda, dalle grandi firme come SaintLaurent e Giorgio Armani fino ai marchi LOW-COST; sono molti i brand che hanno scelto di inserire questo piccolo ma importante dettaglio.

Le frange sono le grandi protagoniste della stagione: il dettaglio MUST HAVE che troviamo su ACCESSORI e capi di abbigliamento pronte a movimentare l’OUTFIT.
FRINGE ROCKS
Il fringe mood oscilla tra il folk, l’hippie e le ballerine di CHARLESTON  degli anni 20 tornati alla ribalta anche grazie al film ‘Il grande Gatsby‘ di Baz Luhrmann.
Dal passato ereditano la sensualità che nel presente viene interpretata in chiave CASUAL.
Charleston
La borsa con le frange evoca lo spirito libero, suggerisce atmosfere chic e dona un tocco BOHEMIEN.
The White Universe
BENVENUTE NEGLI ANNI ’20! Pronte a sfoggiarle come moderne Josephine Baker?

La giungla è di casa in città.
Con il termine ‘ANIMALIER’ vengono chiamate tutte quelle stampe di matrice animale: pitonato, leopardato,tigrato,tartarugato,zebrato.

Un EVERGREEN tra i più amati e detestati nella storia della moda.

Il suo ascendente ETNO-CHIC funziona sempre; con il suo carattere SEXY e un po’ FEMME FATAL è considerato uno dei capisaldi del FASHION tanto da essere definito da molti ‘THE NEW BLACK’ per la sua presenza nella moda da oltre 60 anni.

Negli anni 40 Betty Page fu pioniera dell’animalier con i suoi costumi da bagno incarnando un’icona sexy e provocante; Cristian Dior sdoganando l’immagine unicamente seducente fu il primo a usarlo sulle passarelle nel 1947 contagiando star come Marlyn Monroe.

L’animalier divenne ben presto sinonimo di eleganza: come non menzionare il cappello maculato di Audrey Hepburn del film Sciarada del 1963 firmato Givenchy.

TWU-Blog-anilamlier-1

Negli anni 70 ci fu una nuova chiave di lettura GLAM ROCK e una nuova interpretazione dell’animalier dove star della musica come Debbie Harry, i Roxy Music ne fecero una vera e propria icona di stile.

Facendo un balzo in avanti troviamo Valentino il ‘Re della giungla della moda’ , Cavalli e il suo amore per il WILD TOUCH, Dolce e Gabbana, Blumarine…

Io l’animalier l’ho interpretato come ironia,divertimento e leggerezza; uno stile STRONG di grande impatto per chi vuole osare anche in versione CASUAL per il giorno.

TWU-blog-Petit-leolard

TWA-blog-la-petit

TWA-blog-la-petit2

Ovviamente anche se il vostro film preferito fosse ‘Il libro della giungla’ attenzione a non sembrare la moglie di Tarzan e di non eccedere per non risultare volgari.

Eccezioni concesse a feste di carnevale o a tema SAUVAGE.

Vi lascio con il video ‘Roar’ di Katy Perry che ruggisce, ( in stile animalier ) sfoggiando un top maculato e una gonna di sole foglie ‘Ho l’occhio da tigre che combatte, che danza attraverso il fuoco’.

https://www.youtube.com/watch?v=CevxZvSJLk8

Un saluto a tutte le Jane della giungla metropolitana !!!!


The White Universe
Si sintetizza in tre parole : semplicità, linearità e classe; la stessa immagine che scopri nell'ideatrice del marchio. Giulia ne cura l'esecuzione con la passione e l'amore per l'eleganza e l'aspirazione a pretendere di esprimere l'arte.
CONTACT
  • (+39) 339 7672490
  • thewhiteuniverse@gmail.com
  • Via Salaria 121 / E - 00198 Roma
Iscriviti alla Newsletter