Veganlife…anche nella cosmesi e nella cura della persona
Delle volte quando mi chiedono delle borse The White Universe rimangono sorprese del fatto che possano essere Vegane… essere vegani come ho detto più volte anche nell’intervista fatta dal portale www.veganme.it ( se ancora non l’hai letta corri a farlo ) è uno stile di vita che abbraccia ogni aspetto della vita quotidiana : alimentazione, vestiario, cosmesi e cura della persona.
Oggi vi parlo del marchio Lamazuna.
Ciò che mi ha spinta a provare i loro prodotti è stato l’impegno che questa azienda mette nella produzione di cosmetici biologici sostenibili e artigianali; pensate che le confezioni sono ecocompatibili e dalle linee minimal ( stesse caratteristiche delle mie creazioni) e le stampe sono fatte con pigmenti vegetali.
Non potevo non provarli e innamorarmene.
La storia della nascita di questa azienda nasce dalla voglia di Laetitia Van de Walle, una ragazza di Vandea, di pensare alla cura del corpo senza inquinare e che nel 2010 ha iniziato con la creazione di dischetti struccanti in microfibra che si possono riutilizzare 300 volte ( si, avete capito bene … 300) e in seguito sono arrivati gli altri prodotti come la coppetta mestruale e l’Oriculì.
Tutti questi prodotti oltre che ecologici sono anche economici poiché ci permettono di risparmiare su tutti quei prodotti che quotidianamente usiamo e poi gettiamo nella spazzatura.
Vorrei che questo marchio fosse sempre più conosciuto perché ne sarebbe grato l’ambiente, pensiamo a tutte le bottiglie di plastica di shampoo, deodorante, dentifricio, cotton fioc che quotidianamente buttiamo nella spazzatura.. ecco con i loro prodotti tutti questi rifiuti sarebbero evitati e il pianeta sarebbe inevitabilmente più pulito.
Le loro salviette struccanti e gli Oriculì riducono la produzione di cotone e quindi anche l’uso di pesticidi,e dello sfruttamento avido che ne consegue, diminuisce.
Ma l’impegno per l’ambiente di Lamazuna non finisce qui, Lamazuna ha aderito al progetto PURE PROJECT : gli Agricoltori della cooperativa ACOPAGRO riceveranno alberi che potranno piantare secondo il sistema agroforestale-
Lamazuna infatti dona il 2% delle vendite online a questo progetto.
Sul sito www.purprojet.com/fr/p/lamazuna potete seguire l’evoluzione del progetto, già più di 4500 alberi sono stati piantati.
Io ho avuto modo di provare diversi prodotti, quelli che senza dubbio mi hanno colpita sono il dentifricio solido e l’Oriculì.

 

 

IL DENTIFRICIO SOLIDO

Il dentifricio solido si presenta come un simpatico lecca-lecca ed è disponibile in tre gusti. Menta piperita – Cannella – Salvia/Limone.
Il dentifricio si impugna per il bastoncino di legno e si frega sullo spazzolino bagnato.
Il dentifricio solido di Lamazuna permette tanti utilizzi quanto ben due dentifrici classici quindi rappresenta un alternativa ecologica naturale rispetto ai dentifrici convenzionali e quando finisce resta da gettare nel compostaggio solo il bastoncino in legno.

 

L’ORICULÌ

L’Oriculì è un bastoncino di bambou con una pallina di legno colorata all’estremità ( che serve per riconoscere il proprio oriculì) che serve per ‘grattare’ l’interno dell’orecchio – non è necessario andare fino in fondo- e prevenire i tappi di cerume
Il cotton fioc è estremamente inquinante per la natura, mentre Oriculì rappresenta una valida alternativa per aiutare il pianeta e rispettarlo.

L’obiettivo di Lamazuna ( che in georgiano significa ‘bella ragazza’) è quello di promuovere una cura di se con consapevolezza e in linea con le esigenze del nostro bel pianeta… sarò retorica ma il pianeta è un bene prezioso e noi abbiamo il DOVERE di rispettarlo e amarlo.

 

Sito Web: The White Universe
Pagina Facebook: The White Universe
Instagram: The White Universe
Tel. & WhatsApp: (+39) 339 7672490


Febbraio è il mese dell’amore?

Febbraio è il mese dell’amore, o almeno cosi dicono, e The White Universe non poteva tirarsi indietro dal dedicargli un semplice Diy dedicato ai più romantici.

Che festa degli innamorati sarebbe senza un dolce di San Valentino?
Miranda Ingram dice “non pensate che il cioccolato sia il sostituto dell’amore…l’amore è il sostituto del cioccolato” e io la penso esattamente come lei.

FRAGOLE AL CIOCCOLATO

Cosa ci occorre?
(possiamo mettere dei cuori invece dei puntini a inizio di ciascun ingradiente?)

– 8/9 fragole

– 100 g di cioccolato ( fondente-bianco- al latte a seconda dei gusti)

– zuccherini colorati

– cannucce ( da Tiger ne trovate di bellissime)

 

più che una vera e propria ricetta è un idea sfiziosa e last-minute per coccolare la persona che amiamo o anche solo per coccolare noi stessi.

❤ lavate le fragole accuratamente e asciugatele con cura

❤ sciogliete il cioccolato a bagnomaria, per le più pigre va bene anche il microonde

❤infilzate delicatamente le fragole con la cannuccia, in alternativa vanno bene anche degli stecchini.

❤ Intingete le fragole a metà nel cioccolato, le più golose possono letteralmente affondare la fragola nel cioccolato

❤ Passate le fragole negli zuccherini

❤Lasciatele riposare per almeno 1 ora su un foglio di carta da forno in frigo

 

Et voilà le nostre fragole belle e buone sono pronte per essere gustate.

Le fragole possono essere ricoperte da mandorle, nocciole tritate,cocco…insomma tutto quello che volete per renderle golosissime.

 

 

 

Sito Web: The White Universe
Pagina Facebook: The White Universe
Instagram: The White Universe
Tel. & WhatsApp: (+39) 339 7672490


Come organizzare l’agenda… o almeno provarci !
 
Questo post è pensato per aiutarti a sfruttare al massimo l’agenda ( ovviamente se hai acquistato la nostra è meglio 😉 )e non ritrovarla a maggio abbandonata in un angolo.
Io personalmente le ho sempre amate e usate, fondamentale alleata per ricordarmi l’appuntamento dal dentista o la scadenza del bollo dell’auto – ahimè tutte note dolenti, ma non solo…-
 
 
Nell’era della tecnologia dove tablet e smartphone padroneggiano io sento ancora il bisogno di sentire l’odore di inchiostro sui fogli, mi sembra una cosa romantica dal gusto un po’ retrò.
Di agende ne esistono di varie dimensioni e forme, la mia preferita rimane quella giornaliera ( spesso una sola pagina non mi basta nemmeno) e quella di medie dimensioni in modo da entrare comodamente nelle nostre borse che Mary Poppins scansati…
 
 
Le funzioni di un agenda possono essere infinite ma diciamo che fondamentalmente :
 
  • ci aiutano a RICORDARE ( appuntamenti, compleanni, numeri di telefono, scadenze..)
 
  • ci aiutano a ORGANIZZARE ( lista delle cose da comprare, piano delle pulizie di casa…)
 
  • può diventare una comoda alleata per SCRIVERE pensieri, poesie, citazioni che ci colpiscono…
 
 
Importante è cercare di tenere il più possibile la nostra agenda ordinata; su questo io non sono un valido esempio perché solitamente annoto tutto di corsa scrivendo in geroglifici e spesso anche nel giorno sbagliato ( ma questa è un’altra storia )
 
 
Potete usare delle penne di quelle cancellabili come le fantastiche Replay, oppure una matita (IKEA è il mio dispenser ufficiale) oppure dei Post-it ( TIGER su questo è il luogo della perdizione) in modo da spostare e riposizionare l’appuntamento o la nota segnata sopra.
 
Per avere tutto sotto controllo in un colpo d’occhio potete usare anche penne diverse, assegnando ad esempio un colore diverso per ogni categoria ad esempio: blu per la casa, verde per il lavoro, rosso per gli appuntamenti… e via dicendo.
Navigando in internet ho trovato una vera e propria “setta” che venera le agende e pratica una sorta di “disciplina” : SCRAPBOOKING ovvero un’arte per abbellire i ricordi quindi siano essi fotografie o pagine di un diario.
 
 
Potete perdervi tra le pagine del gruppo facebook Planner addicts Italiae prendere ispirazione.

 

Prima di correre le olimpiadi ti conviene allenarti; quindi inizia comprando Stikers e Washitape, ne esistono di ogni tipo da perderci la testa… provare per credere.

 

 

Sito Web: The White Universe
Pagina Facebook: The White Universe
Instagram: The White Universe
Tel. & WhatsApp: (+39) 339 7672490


Aggiungi un posto a tavola…

 

 

Il natale si sta avvicinando e con lui non solo i regali ma anche, e soprattutto, i cenoni e i pranzi interminabili con i parenti e i fatidici kg in più.
Abbiamo pensato a un semplice e veloce Diy per la tavola e nello specifico a due modi eleganti per piegare il tovagliolo.

 

 

1…2…3… Pronte?

Il primo modo permette di realizzare una sorta di bustina a tre pieghe in cui riporre le posate.
Si inizia piegando il tovagliolo in 4 ; prendiamo l’angolo superiore del primo strato e pieghiamo lungo la diagonale, prendiamo l’angolo superiore del secondo strato e facciamo la stessa cosa leggermente più piccola mettendo la punta sotto la piega del primo strato.
Ripetiamo l’operazione per il terzo e ultimo strato.
Giriamo il tovagliolo e pieghiamo i due lembi verso il centro.
Rigiriamo il tovagliolo posizionando le posate all’interno delle tre pieghe e aggiungiamo se vogliamo un fiocchetto per decorare.

 

Il secondo modo è più natalizio in quanto andiamo a riprodurre proprio un alberello di Natale.

Piegate il tovagliolo in quattro in modo da ottenere un quadrato con il lato con i lembi aperti verso di voi.

( per intenderci se usate i tovaglioli di carta lasciateli nel loro formato)

Prendete la punta del primo lembo e piegatela verso l’angolo superiore lasciando 1 cm dal bordo e proseguite per tutti gli strati del tovagliolo.

Capovolgete il tovagliolo e piegate i lembi verso l’interno.

Rigirate il tovagliolo con la punta rivolta verso di voi, e progressivamente piegate le punte verso l’alto incastrando gli altri strati

 

 

Fidatevi è più difficile a dirsi che a farsi.

 

 

 

Sito Web: The White Universe
Pagina Facebook: The White Universe
Instagram: The White Universe
Tel. & WhatsApp: (+39) 339 7672490


Si parla di me, si parla di The White Universe

Ho il piacere di condividere questa intervista fattami dal portale www.vegangame.it. Buona lettura.

Oggi sono felice di presentarvi un bellissimo progetto 100% vegan in materia di borse.

Borse vegan artigianali, fatte a mano, personalizzabili e acquistabili online da una ragazza altrettanto vegan e con la quale scopro di trovarmi molto in sintonia di pensiero.

Giulia Vacatello è una ragazza di Roma che di mestiere fa tutt’altro nella vita ma con passione e dedizione sta trasformando la suo amore per il cucito, per il design e per la creatività in un lavoro vero e proprio.

Le sue sono borse completamente cruelty-free. Non vengono utilizzate pelli, piume, seta e nessun materiale che sia appartenuto a un cuore pulsante.

Essendo inoltre borse fatte a mano e personalizzate, sono uniche. Nessuna delle sue creazioni è uguale a un’altra e la cliente ha una parte attiva nel processo di creazione della sua borsa potendo scegliere materiali, accostamenti e tanto altro!

The White Universe è il nome del suo progetto dagli intenti nobili e puri, come il colore bianco che lo rappresenta. È anche la storia di una bellissima amicizia. Una di quelle cose che – oltre alla passione e determinazione di Giulia – rende ai miei occhi questa intervista un po’ speciale.

Eccola, scopriamo Giulia e The White Universe attraverso le sua parole!

Borse Vegan Roma OnlineGiulia Vacatello e una sua creazione: borsa vegan modello “Big”.

Come è iniziato il tuo percorso vegan?

Il mio percorso Vegan è iniziato anni fa, quando ancora non era una “moda”.
È stato un percorso che potrei definire rinascita.
La scelta vegan per me si racchiude in un principio innato: non fare del male, tutto qui.
La scelta Vegan si fa con il cuore, con la mente e con lo stomaco in un’armonia di rispetto e amore per l’ambiente.
A tavola con me non ci si annoia mai, provare per credere…

Borse Vegan Online

Come nasce l’idea di The White Universe?

L’dea di The White Universe nasce per gioco quasi 3 anni fa, inseguendo la mia passione del cucito ma più in generale della creatività.
Pubblicai su Instagram una foto di una borsa cucita e mi contattarono per sapere se fosse in vendita, da lì ho trasformato il mio profilo da privato in una pagina dove pubblicare solo le mie creazioni e non ho più smesso.
Le cose belle accadono per caso.

Borsa Vegan Roma The White Universe

Il nome “The White Universe” ha un significato particolare?

Il nome The White Universe si ricollega al discorso Vegan.
La scelta vegan, proprio perché nasce dal rispetto del pianeta e di tutte le forme viventi, è indice di purezza, e quale colore incarna meglio questo valore?! Il bianco.
Spesso mi hanno suggerito di cambiare nome per semplificarne la memorizzazione da parte dei clienti, ma fino ad ora mi sono concessa il lusso di mantenerlo e sarà sempre così.

Borse VeganGiulia con una sua creazione: borsa vegan, modello “Valentina”.

Hai dei collaboratori?

Più che un collaboratore ho un pezzo di cuore con me: Giorgia.
Giorgia è una delle mie amiche più care, ha iniziato a lavorare con me da più di un anno ed ha accolto la mia passione facendola sua; ha carta bianca, le mie mani sono le sue e viceversa.
Credo che avere una persona come lei al mio fianco sia una cosa rara e preziosa, The White Universe è una parte importante della mia vita e non la farei ‘contaminare’ da nessuna persona che non sia lei.

Giulia e Giorgia The White UniverseGiulia e Giorgia…qualche anno fa! 🙂

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Il mio lavoro “ufficiale” è un altro, molto più noioso e tedioso e si svolge prevalentemente davanti al pc; per fortuna quando torno a casa sono sommersa dal lavoro da fare per le borse e mi rilasso…
Non vorrei far sembrare tutto rose e fiori perché non lo è, la creatività richiede un impegno continuo e costante e non sempre è semplice “essere sul pezzo” ; delle volte quando torno a casa stanca dal lavoro e con mille cose da fare in casa non è facile assemblare e tagliare le stoffe… ma penso che le cose che si fanno per se stessi e per inseguire un sogno richiedano degli sforzi maggiori del resto, quindi faccio un bel respiro e mi dedico a quello che più mi piace fare.
Il lavoro non si limita solo al taglio e cucito delle borse, costruisco un vero rapporto con la cliente e quindi la sera mi ritrovo anche i messaggi su whatsapp a cui rispondere e scambiare idee sulla creazione della loro borsa; la cosa che amo di più è che non è un semplice rapporto cliente/venditore ma si instaura un rapporto di fiducia reciproca.

Borsa Vegan ValentinaBorsa Vegan “Valentina”. Foto di una cliente.

Qual è il tratto distintivo delle tue creazioni?

Le creazione The White Universe hanno il tratto distintivo di essere a variante unica.
Usiamo materiali di riciclo e quindi difficilmente riusciamo a fare due o più borse uguali, differiscono sempre per un dettaglio che sia la fodera, una rifinitura ecc ecc e la particolarità che le contraddistingue ancora di più è che la borsa la creiamo insieme alla cliente.
Per personalizzare la borsa si sceglie il colore del materiale, la consistenza, la combinazione dei tessuti, gli ornamenti, la possibilità di imprimere a caldo le iniziali…e altre infinite cose.
Via whatsapp o via email ci confrontiamo sulle esigenze e cerchiamo di soddisfarle. Spesso partono con un’idea ma seguendo i nostri consigli la stravolgono, e devo dire, peccando magari di presunzione, che sono sempre soddisfatte. Questo non perché le nostre idee siano migliori di quelle delle clienti ma perché conosciamo bene i nostri tessuti e i migliori abbinamenti possibili.
Guidiamo le nostre clienti nella creazione della loro borsa, ma l’ultima parola spetta sempre a loro.

Borsa Vegan FashionBorsa Vegan “Big”.

Chi sono le clienti?

Le nostre clienti sono giovani ragazze in cerca della borsa per la serata cool in discoteca, sono ragazze alla ricerca di un regalo originale per la migliore amica ma anche mamme fashion che non vogliono perdere la loro femminilità.

Borse Vegan in vendita a Roma e online

In che modo la tua attività avvicina le persone al mondo vegan?

Le borse The White Universe sono borse vegan in quanto non vengono usate pelli, piume, seta e nessun materiale che sia stato vivo un tempo, ma le clienti non sono sempre e solo vegane.
Penso ognuno sia libero di vivere la propria vita come meglio crede, io cerco di far capire che la moda può essere etica e chic allo stesso tempo ma non credo che le mie borse possano far avvicinare al mondo vegan, sarebbe troppo riduttivo farlo attraverso l’acquisto di una borsa.

Borse vegan Roma e online

Cosa consiglieresti a chi vuole acquistare una tua creazione?

Di armarsi di pazienza, noi non siamo una fabbrica e per realizzare un prodotto handmade ci vuole tempo e cura, amiamo coccolare le nostre clienti e per fare questo ci vuole un’attenzione particolare.

Borse Vegan Artigianali Fatte a Mano

Quali sono i tre modelli più venduti e perché?

I modelli più venduti sono senza dubbio, nell’ordine: la Valentina, la Big e la Pocket.

La Valentina, “cuore di mamma”, è stata la mia prima creazione e il nome l’ho dato ragionando e ripensando con mia mamma. Le Valentine erano le lettere d’amore che venivano scritte già nel XIX secolo. Il mio primo modello di borsa ho scelto di chiamarlo Valentina proprio per la forma a lettera, o meglio a busta di lettera, che mi riportava in un’atmosfera romantica e unica.
Ho sognato immaginando le parole d’amore scritte a mano, contenute all’interno di quelle buste dall’aria cosi retrò e chic…in fondo anche il contenuto della borsa di una donna è spesso qualcosa di intimo e personale…come una storia d’amore.

La Big, nome sempre scelto insieme alla mia mamma, si chiama cosi perché è capiente e spaziosa, adatta per le donne che non rinunciano a portarsi dietro nulla.
Questa borsa è la seconda più venduta per la sua caratteristica di essere reversibile, basta infatti far passare la fascia nella parte inferiore della borsa…”et voilà!” ecco un altro carattere della stessa creazione. È come avere due borse in una!

Infine, ma non meno importante, la Pocket, che tradotto in italiano vuol dire Tasca.
L’ho pensata infatti per portarsi dietro lo stretto indispensabile di noi donne, come fosse un prolungamento delle nostre tasche.

Borsa Vegan PocketBorsa Vegan “Pocket”.

Bilancio ad oggi e obiettivi per il futuro?

Il bilancio fino ad oggi è super positivo e guardando indietro penso solo a cose belle. Sicuramente ho fatto errori di valutazione in passato e mosse poco utili, ma c’è il detto: “chi sbaglia impara!”
Per il futuro vorrei che The White Universe diventasse un marchio conosciuto e affermato anche a livello internazionale, vorrei passeggiare per la strada e vedere le persone sfoggiare le mie creazioni.. se devo sognare lo faccio in grande no?!

Borse Vegan by Giulia e GiorgiaGiulia e Giorgia.

L’intervista è finita, per saperne di più su Giulia Vacatello e The White Universe, qui trovate alcuni link utili:

Sito Web: The White Universe
Pagina Facebook: The White Universe
Instagram: The White Universe
Tel. & WhatsApp: (+39) 339 7672490


The White Universe
Si sintetizza in tre parole : semplicità, linearità e classe; la stessa immagine che scopri nell'ideatrice del marchio. Giulia ne cura l'esecuzione con la passione e l'amore per l'eleganza e l'aspirazione a pretendere di esprimere l'arte.
CONTACT
  • (+39) 339 7672490
  • thewhiteuniverse@gmail.com
  • Via Salaria 121 / E - 00198 Roma
Iscriviti alla Newsletter